Pubblicazioni

COPERTINAtrLEGG

Progetto didattico per le scuole primarie della Provincia di Ravenna.

Promosso e sostenuto da Tre S.p.A. Tozzi Renewable Energy.

Con questo libro abbiamo voluto raccontare, in modo semplice e avventuroso, il “segreto” del sole che diventa energia elettrica, di quei pannelli che come un “lago di vetro” costituiscono, sempre più spesso, l’inconsueto panorama del nostro orizzonte. Facendolo, abbiamo inevitabilmente parlato di noi, Tozzi Renewable Energy, e del campo fotovoltaico di Sant’Alberto di Ravenna, dove assieme all’energia, siamo riusciti a realizzare un vero e proprio ecosistema, con tanto di pecore al pascolo, lepri in libertà ed un caseificio in grado di produrre oltre venti formaggi differenti, tra freschi e stagionati.

Ecco perché abbiamo optato di raccontare un argomento così poco conosciuto, attraverso le avventure di un protagonista bambino, curioso di scoprire il mondo.

È un libro per bambini quello che avete tra le mani, una favola antica e moderna allo stesso tempo. Una storia che lambisce il senso più antico della terra e quello più evoluto della tecnologia. Ci affidiamo ai bambini, alla loro capacità di coinvolgere, entusiasmarsi, di scalare le montagne, affinché anche gli adulti, le famiglie, possano beneficiare del loro trasporto, leggere queste pagine, entrare in sintonia con l’energia della natura.

http://sociale.corriere.it/lenergia-della-natura-contagia-diecimila-bambini-delle-elementari/


COPERTINAtrLEGG

Da dicembre nelle librerie:
La vita in una stanza – “Gli stati vegetativi” non esistono.
Di Fabio Cavallari con la collaborazione di Paola Turroni (Itaca Edizioni).

Non esistono “gli stati vegetativi”. La provocazione con cui l’autore offre il viatico per addentrarsi nel viaggio di questo libro, serve a rompere ogni barriera schematica, qualsiasi tentazione riduzionista. Fermi ed immobili in un letto o su una carrozzina, pongono la sfida a chi li osserva con ostinata fermezza. Sono persone, uomini e donne, figli e madri. Sono individui in carne ed ossa, con la loro irriducibile unicità, non numeri, definizioni o sigle. Talvolta piangono, ridono, si risvegliano. Attorno a loro, famiglie che si trovano ad affrontare la fatica di un quotidiano completamente avulso dai normali canoni della società moderna. In queste pagine vivono i racconti di queste persone, ospiti di tre strutture in provincia di Bergamo. Curare è il verbo che unisce medici, infermieri, volontari. Prendersi cura della persona, anche nell’ipotesi che la guarigione sia fuori dalla portata del possibile. Il Don Orione, la Rsa Ovidio Cerruti e La Fondazione S.Maria Ausiliatrice e i loro nuclei specializzati nella cura delle persone in stato vegetativo, per quanto possa sembrare dialetticamente stravagante, sono luoghi vivi e vissuti dove la vita non è un incidente di percorso, ma un’invocazione al cielo.